DARKNESS ATTACK   1997

 

Fiaba “Il cappello a tre punte”

 

Come si può soltanto pensare di recensire un lavoro come questo? Come si può tentare di sezionare questo capolavoro come fosse un’autopsia? Innanzitutto “Il cappello a tre punte” è un lavoro che va ascoltato TUTTO, dall’inizio alla fine, e non una canzone oggi, una domani….no, no, va ascoltato tutto insieme, anche perché ogni canzone è un gioiellino e non può essere messa da parte. Avrete capito che mi è piaciuto molto, ma a chi potrebbe non piacere? Mettendo da parte i gusti musicali, come si può non mettersi a piangere sentendo la triste storia di Turpino? E non commuoversi per il lavoro impossibile di Mastro Giovanni? E non sentirsi quasi in colpa per la morte del drago? Ogni pezzo è un viaggio in un’altra dimensione, in un’altra epoca, quando tutti noi eravamo alti così e credevamo ancora in Babbo Natale. È bellissimo. Provare le emozioni di un bambino, ma riuscire a vedere i significato profondo che sta dietro…. fantastico! Perché non sono solo storie di fate, di giganti e folletti, ma comunicano anche emozioni e aspetti della realtà che sono eterni e si ripetono in tutte le epoche. È un gioiello. Una favola, o meglio una fiaba, per adulti. Non nel senso che è zozzo, oh! Ma nel senso che quando uno cresce può capire che dietro alle favole c’è la vita vera e solo chi non cresce mai pensa che siano cose da bambini. Una vera lezione. Di musica e di vita.

 

MARIKA VALTORTA